Geneva February 2013, the sailing Team Tilt is training for the Red Bull Youth America’s cup selection which will be held end of February in San Francisco.

The images are taken by Juerg Kaufmann, for ZHIK the Australian sailing apparel manufacturer. It was a very cold day with temperatures around zero degrees, snowing and incredible amount of humidity.
The team was great the on-board images where taken during real race training and are fully authentic.
Good luck team Tilt.

Ab in die Berge bevor es nach London 2012 geht

http://www.photoshelter.com/swf/CSlideShow.swf?feedSRC=http://www.photoshelter.com/gallery/G000069JWdpq2UHk?feed=json&ppg=1000&imgT=casc&cred=iptc<!–
WILDHORN – Images by Juerg Kaufmann

Die Olympischen Spiele kommen immer wie näher nun dauert es noch ein Woche bis der ganze Rummel anfängt und wir von Regattafeld zu Regattafeld in Weymouth hetzen.  Ja nichts zu verpassen, dass wir in die Kamera kriegen sollten. An den letzten Spielen war so viel los das ich am Schluss 5Kg weniger auf der Waage hatte. Dieses mal wird es hoffentlich nicht so hektisch auch wenn sich das Thema Ernährung nicht viel besser aussieht. England ist ja nicht gerade bekannt für die gute Küche.
4 Jahre habe wir uns darauf vorbereitet, unglaublich wie viel Aufwand hinter so einer Olympiade steckt und nun gilt es ernst. Jede Weltmeisterschaft die gesegelt wurde in den letzten 4 Jahren war wichtig aber trotzdem kommt keine an die Olympischen spiele ran.
Um den Kopf etwas zu lüften vor der Abreise an die Olympiade war ich ein paar Tage in den Bergen, meine Lieblingsort im Berner Oberland oberhalb von Gstaad Lauenen die Wildhorn Region.
Die nächsten Bilder kommen dann aus Weymouth England in ca. 1 Woche.

Auf nach London 2012

4 Jahre Vorbereitung sind Erinnerungen, X Stunden bei allen möglichen Witterungen auf dem Boot, X Stunden im Fitness, X Stunden reisen, X Stunden am Boot arbeten aber auch X Bilder, jetzte will ich einfach nach Weymouth gehen und das Ding durchziehen….let’s go and enjoy it!!!!

On the waterline

Trofeo Desafio Espagnol Valencia

Last weekend I have been in Valencia for the Desafio Annual Regatta. For some a really important event such as Alinghi and Desafio, some others like BMWOracle guess not so interested in it. For me it was a great opportunity to try out a new camera system and this with nothing less as the Americas cup boats.

Since 1 year was thinking how to realize this kind of image, specially as I like to work from the water surface and with the wide angle lenses. The perspective is different and amazing, with underwater housing I can finally combine this two in to one image without damaging the camera and even go a bit under the surface.

It’s really motivating to explore and learning this technology. As sailing photographer you always take images from sailing boats, and in the mean time we did almost every possible angle and corner of the boats and this is finally something new and give us new options.

Xie Xie China

Xie Xie in mandarino significa grazie e si pronuncia “cie cie”, hanno dato tutto quello che potevano per trasformare queste Olimpiadi in una bella festa. Non per parlarne della cerimonia di chiusura che no ho vissuto in prima persona.

Sono sul viaggio di ritorno e mi sono fermato 2 giorni a Shanghai per vedere un po di China al di fuori dal villaggio Olimpico e di Qingdao. Sfortunatamente piove fortemente e cosi sono in albergo e scrivo un po.

Gli ultimi giorni a Qingdao erano particolarmente intensi, incominciando con la medal race di Flavio ed Enrico sulla Star: buona partenza, terzi alla boa di bolina, “ultimi” alla boa di poppa ed un recupero da eroi nella prossima bolina fino al secondo posto e poi finire sul scondo posto. La medaglia non ci e stata, gli punti persi nelle prime prove pesavano troppo pero bella prestazione. Bravi!!!

Il giorno della partenza da Qingdao era anche un po particolare. Dopo che gli Chinesi del centro stampa hanno scoperto che il mio volo era solo alle 23.00 non cera mezzo per evitare la cerminonia di chiusura di Qingdao, non so come mai ma dovevo scattare delle foto a tutti costi. Non mi dispiaceva perché gli unici fotografi rimasti era Carlo Borlenghi ed io cosi l’ho fatto assieme a Carlo.
Fino qui tutto bene, hanno organizzato tutta una serie di trasporti per fare in modo che la partenza dallo stadio, caricare le borse in albergo e poi portarmi in aeroporto doveva funzionare alla perfezione. Non fu cosi, l’ultimo trasporto era in ritardo e cosi ho perso la prima volta l’aereo. Per la manager (donna) del centro stampa era un disastro si e scusata in tutti modi possibili e quasi non osava più a guardarmi dalla vergogna. Pero quello che ne e uscito dopo era geniale.

Mi sono trovato in un vero KTV Chinese (Karaoke TV) con un gruppo di volontari del centro stampa e nel fra tempo mi hanno organizzato il nuovo volo, trasporto ed albergo per la notte.
Consequnza ho giocato una specie di indianata Chinese di birra con dei dadi tutta la notte con Chinesi nel KTV dove le ragezza del centro stampa continuavano a cantare in Chinese ed io bere Qingdao birra perche chairmente gli Chinesi erano piu bravi. Ogni tre po caraciavano la canzone “I am sailing I am sailing” per fare cantare pure me.
Per fortuna la nostra costituzione sopporta meglio l’ alcool dei Chinesi cosi ce l’ho fatta a sopravvivere più o meno bene la notte.

Il giorno dopo cioè un paio di ore dopo chiaramente mi hanno accompagnato in aereoporto. Stranamente mi hanno portato dritto all check in della first class, il resto si spiega da solo, peccato che il volo e durato poco meno di 2 ore.

Domani torno a casa per un fine settimana tranquillo perché il lunedì dopo si va a St. Moritz per il match race.

Saluti da Shangahi

Jürg

PS: Qui a Shanghai ho trovato un bar che si chiama “Locarno” ed ha il caffe “Chiocco d’oro” e gli spagetti carbonara sono mica male.